Critiche all’ Omeopatia: Sankaran risponde

In farmacia, quando le persone mi chiedono un consiglio ed io propongo un rimedio omeopatico, alcune di esse quasi sospettose mi domandano se sia davvero efficace per quei loro fastidiosi dolori articolari oppure per l’ansia, l’insonnia, la psoriasi, l’allergia… Mi dicono che hanno letto o sentito dire che l’Omeopatia è “acqua fresca” e che la Scienza non la riconosce.

Rispondere, su due piedi, non è semplice, tantomeno vincere lo scetticismo ed i preconcetti a riguardo.
Riesce a farlo benissimo Rajan Sankaran, uno dei più insigni Omeopati mondiali, con parole tanto semplici, quanto eloquenti, nel video seguente, che ho voluto sottotitolare in italiano.

Per visualizzare i sottotitoli cliccare cc sotto il video.

Sankaran invita tutti coloro che criticano l’Omeopatia a provarla e a vederne gli effetti con i propri occhi. Non è importante capire se rientri o meno nei canoni della Scienza per come la conosciamo oggi, l’importante è semplicemente osservarne i risultati. La Scienza, secondo l’omeopata indiano, dovrebbe valutare ciò che accade; la spiegazione ai fenomeni osservati può avvenire successivamente. Accadono molte cose di cui non riusciamo a dare una spiegazione, ciò non vuole dire che queste non accadono!

L’Omeopatia nasce agli inizi dell’800 grazie agli studi del medico tedesco Samuel Hahnemann, è fondata sulla legge dei simili: tutte le sostanze che causano certi sintomi fisici e mentali in una persona sana, se date a dosi infinitesimali, curano gli stessi sintomi in soggetti malati. I rimedi omeopatici stimolano la forza vitale del soggetto che riesce, con i propri meccanismi di difesa, a reagire alla malattia, che sia di tipo fisico o mentale.

In Omeopatia, come ci spiega Sankaran, il corpo umano è visto come un unicum, le cui funzioni non andrebbero valutate singolarmente, ma andrebbero sempre tenute in considerazione tutte le strette relazioni che ci sono tra i vari organi, la nostra mente, le nostre emozioni.

Questo concetto è avvalorato dalla PNEI che ci mostra, in modo scientifico, come la nostra psiche e le funzioni biologiche del nostro organismo si influenzino a vicenda.

Ogni individuo percepisce e reagisce alle situazioni in modo del tutto personale,  l’Omeopatia usa questa chiave di lettura per far cambiare la percezione che l’individuo ha della realtà in una più salutare, se si riesce in questo tutto può migliorare!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *